Seduto in un bar ruba mail a 1,4 milioni di utenti di Libero e Virgilio

Ad Assago uno studente di 24 anni ha violato la rete wi-fi dell’azienda Italiaonline per conto di un committente ancora sconosciuto

Si può essere dei perfetti (o quasi) pirati informatici anche a poco più di 20 anni di età. Nei giorni scorsi uno studente di giurisprudenza di 24 anni ha rubato le credenziali di accesso di ben 1,4 milioni di utenti italiani di Libero e Virgilio Mail, gestite dall’azienda Italiaonline. A scoprire il reato è stata la Procura di Milano al termine di una lunga indagine in collaborazione con i carabinieri del capoluogo lombardo.

Il giovanissimo hacker ha effettuato l’attacco direttamente da un bar di Assago, situato a pochi metri di distanza dalla sede di Italiaonline.

Dotato di un portatile con una grande antenna, dopo aver violato la rete wi-fi dell’azienda, il 24enne ha ottenuto le credenziali di accesso riuscendo a spedirne un buon pacchetto al suo committente – ancora sconosciuto – da cui veniva pagato in bitcoin.

Una volta scoperto il sabotaggio informatico, Italiaonline ha immediatamente avvisato gli utenti coinvolti, chiedendo loro di cambiare la password.

Insomma, l’ennesimo attacco di grandi proporzioni che, secondo gli esperti del settore, confermerebbe quanto siano in pericolo oggi le informazioni personali affidate alle email dell’infrastruttura cloud. Se infatti i progressi della sicurezza informatica non sono pochi, non si può sottovalutare la crescita degli attacchi hacker verso server e pc.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti per news, aggiornamenti o offerte speciali.

Ai sensi degli artt. 6, 7 e 13 del Regolamento UE 679/2016 GDPR